giu 27, 2016 - Senza categoria    13 Comments

Nuvole

 

 

 

 

 

 

… E quando ho sognato
Ti ho sognato
Poi mi sveglio
Dimmi che cosa potevo fare?

 Ho dovuto lasciarti andare
Per il sole al tramonto
Ho dovuto lasciarti andare
E trovare un modo per tornare a casa.

[Piccolo estratto tradotto per me significativo-

da Anathema-Untouchable (part one )]

 

 

 

 

 

 

 

 

Sospingimi più in alto che puoi vento ,

fino a toccare con un dito l’infinito dove

arrivare fino alle nuvole sarà un istante.

Dipingi nei miei occhi le sfumature delle

 nubi , che da  lassù sapranno formare .

Lasciami sognare, lasciami incantare 

ancora un pò, in questo cielo turchino ,

ed  intona   per  me melodie  che

raggiungeranno il   Cuore .

Rosy

 

 

 

 

 

Elevate le parole, non il tono della voce.
È la pioggia che fa crescere i fiori, non il tuono.

Jalal al-Din Rumi

giu 24, 2016 - Senza categoria    14 Comments

Ricordi e affetti

 

 

 

Adoro le coccole e non riesco a rinunciarci , sin da bambina crebbi attorniata
dall’Amore grande dei miei genitori , e sono cresciuta con sentimenti e valori
veri pensando di essere circondata da gente sincera che mi ami per quello che
sono. Ruotano attorno alla mia vita persone che danno un senso alla mia esistenza
in primis mio Figlio Davide , molti di loro non ci sono piu’ , e questo mi fa sentire
una sensazione di vuoto in ogni angolo del Cuore dove li avevo delicatamente
custoditi . Gli “Amici” grandissima parola , di veri ed importanti ne ho solo due
ed in questo sono fortunata , non potrei nemmeno pensare di restare senza
di loro. …..E poi c’e’ mio  marito che cerca sempre di capire il mio bisogno
di coccole ,ma non sempre e’ in grado di concepirle come vorrei, la mia e’
sete , lui e’ nato in una famiglia nella periferia  di Napoli ,dove bambini
andavano a scaricare la frutta e verdura al porto e per le coccole non c’era
tempo , e nemmeno era loro usanza farle …
Al contrario mio che sono nata e cresciuta con mio fratello , nonostante la
povertà in cui vivevamo ai tempi , loro ci ubriacavano di coccole , non c’era un
secondo durante la mia giornata in cui non fossi coccolata e mi sentissi amata ,
e adesso questo mi manca da impazzire …..come oggi che mi pervade un po’
di non so se e’ nostalgia o malinconia …
Ho iniziato questo viaggio per ritrovare me stessa.Forse ha ragione quel
qualcuno che quì anni fa mi ha detto che non so nemmeno io dove sto andando.

Non sono rigida  e fredda come a volte voglio apparire, serve come barriera
difensiva,serve per farmi soffrire di meno,alla fine si soffre uguale. Le coccole,
gli abbracci, i baci,le carezze mi fanno stare bene….Mi manca tanto
la Mamma sai …caro diario ,al mattino quando ero a casa con lei , ogni volta
che uscivo e rientravo  Lei mi dava sempre il bacio e spesso mi abbracciava forte
e mi chiamava la sua “rosa.”
Anche con i miei due amici una donna ed un uomo ci abbracciamo forte
perche’ e’ amicizia vera e sincera ,  sin dall’infanzia siamo stati abituati così….
Ed ancora nei miei ricordi , mi aveva regalato una piccola valigia
la mamma , e non me ne separavo mai ,dentro ci mettevo la mia unica
bambolina bionda  , con il vestitino di velluto nero ed il collettino in pizzo
bianco , era bellissima , ne avevo una cura incredibile ,
ci ho passato tutta la mia prima infanzia a giocare con lei , avendo cura
di non farmela rompere da mio fratello che mi faceva sempre i dispetti ….
Poi chissa’ dove e’ finita quando abbiamo cambiato casa , ma
nel frattempo ero cresciuta , e con famiglia cristiana che ci
veniva donata dai salesiani la domenica , per pochi centesimi ,
mi divertivo con le bamboline di carta , le ritagliavo , e avevano anche
i vestitini ,le scarpe,le borsette c’erano tutti gli accessori ,
rigorosamente in carta e coloratissimi…. come ero FELICE.
Ciao caro Diario virtuale , ti ho raccontato un’altra parte della mia
vita e questo mi ha fatto bene sai , mi e’ quasi passata la malinconia ….

Rosy

 

 

giu 20, 2016 - Senza categoria    15 Comments

Ci sono cose …

 

 

“Il y a des choses que je ne dis a Personne Alors…”

 Le fou d’Elsa- Louis Aragon

 

 

 

 

 

… Che non hanno un vero e proprio senso ,

nate semplicemente , dannatamente  ,  per

mettere a disagio il prossimo , anime nere ,

che dopo un’attenta analisi  si ha avuto la

sfortuna di incontrare nel viaggio di vita.

Non te ne puoi liberare(forse) per sempre ,

in quanto hanno mille risorse , nascono e

crescono in parte distruttiva , in parte pura

e gioiosa . Vogliono trovarsi al centro di

ogni attenzione , vogliono primeggiare,

e demolire ogni persona che capisce

che e’ meglio allontanarsene. Il senso

di educazione non sanno cosa sia ,

pensano soltanto a mettere gli altri

in condizione di evitarli e quando

capita questo credetemi ,sembra

un paradosso ma e’ una

“grande Fortuna “farne

a meno .

Rosy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito una serie di citazioni a mio avviso molto riflessive .

Impara tutto ciò che ti è possibile dagli errori degli altri.

Non avrai tempo a sufficienza per farli tutti.

(Alfred Sheinwold)

Meliora sunt vulnera diligentis, quam fraudulenta oscula odientis:
Meglio le percosse da chi ti vuol bene che i falsi baci di chi ti vuol male

(Antico Testam. Prov. 27,6)


Mendaci (homini) ne verum quidem dicenti credere solemus:

Non siamo soliti credere al bugiardo anche quando dice il vero.

Mendaci (homini) ne verum quidem dicenti creditur:
Sulla bocca del bugiardo anche la verità è dubbiosa.


Mendacia curta semper habent crura
:
Le bugie hanno le gambe corte.

giu 14, 2016 - Senza categoria    23 Comments

R come Rosa

 

 Nessuno conosce questa piccola Rosa,
Potrebbe essere un pellegrino
Se non l’avessi presa dai viottoli
e raccolta per te.
Solo un’Ape sentirà la sua mancanza –
Solo una Farfalla,
Affrettandosi da lontano –
per riposare nel suo seno –
Solo un Uccello si meraviglierà –
Solo una Brezza emetterà sospiro –
Ah Piccola Rosa – come è facile
per chi è come te, morire.
(Emily Dickinson)

 

 

 

 

 

Rosa che a Maggio fiorisci in tutto

il tuo   splendore ,   negli  infiniti

colori , in tinta e sfumati, leggeri

come    un   volo di farfalla i tuoi

petali si posano delicati e nello

staccarsi inebriano l’aria

di delizioso profumo .

Rosy

 

 

 

 

 

Che cosa c’è in un Nome? Quel che noi chiamiamo

col nome di rosa, anche se lo chiamassimo   d’un

altro nome, serberebbe pur sempre lo stesso

dolce profumo.

(William Shakespeare)

 

 

 

 

La vita è una rosa dove ogni petalo è un’illusione e ogni spina una realtà.

(Alfred de Musset)

 

 

 

 

 

 

giu 11, 2016 - Senza categoria    21 Comments

Essere Donna

 

 

 

 

 

Straziante , un dolore lancinante , questo video

ne è l’esempio di realtà alla quale , oramai ,

spesso , ogni giorno , le Donne costrette a

[ subire], violenza domenistica , violenza

maniacale , fino ad arrivare alla morte …

di uomini che dicono di AMARLE….

Non aggiungo oltre , soltanto una preghiera

alle Donne Vittime di questi uomini malati.

Violenza

Stupro

Morte

Questi i tre stadi del vivere quotidiano che

essere Donna e madre si rischia ? E questa

si può definire Società Civile………….? Non

abbiamo bisogno di una giornata dedicata

in particolare , abbiamo bisogno che tutti

i GIORNI siano DEDICATI a Noi.

BASTA!

Rosy

giu 9, 2016 - Senza categoria    6 Comments

Lettura in corso …

Pensieri a briglia sciolta di Luigi Mancini

 

 

 

 

Nello strazio di certe sere, quando mi prende la malinconia, devo tenermi forte alla ringhiera, lasciare casa mia, rimandare tutto e tutti, farmi complice del mio male, di quel vino amaro che sono costretto a bere, di quella musa grave e del suo pugnale d’argento.
Da bambino, davanti ai vetri della mia infanzia, restavo ipnotizzato dalla pioggia, ammaliato dalle foglie, dai racconti delle stagioni, e mi feriva ogni soffio di vento, ogni sasso rimasto più in là, ogni invisibile solitudine, ogni passante, incurante di tutta quella sofferenza. Non capivo, percepivo soltanto, sentivo fortemente e mi tenevo tutto dentro, stipato a sangue.

Come potevo raccontarlo agli altri? Quali parole avrei potuto dire? Per dire cosa? Io soffrivo senza una ragione, imparavo a morire… perdevo la direzione, la lezione in classe, gli appunti, gli amici. Come fanno, mi chiedevo, come possono essere così felici?

C’è un fuori che trema, che sanguina e chiama il nessun nome delle cose perdute. Eppure, ahimè, loro erano sempre felici, urlanti e scherzosi, sicuri e bellissimi.
M’innamorai di una ragazza, di una qualsiasi, bella come io percepivo la bellezza, di una bellezza nascosta, quindi, di una timidezza fatale, di un salutare lieve, di un ciao silenzioso, un ciao privato, sofferto, con appena un accenno di sorriso.
M’innamorai di una ragazza, e il pugnale mi fu dolcissimo, quel morire mi fu altalena, risalita e discesa, un tutto quanto altissimo, un fortissimo e continuo schianto emotivo. M’innamorai di una ragazza, è vero, ma non le ho mai detto nulla.
Mi succede ancora, mi succede ogni sera, e ho voglia di piangere, di morire per qualcosa, di morire per qualcuno, di sentire la vita esplodermi nel petto, di essere felice della mia tristezza, questa musa infinita e tragica, magica, mia, soltanto mia…
Ti odio, sensibilità, per tutte le foglie che lasci cadere, creando in me, maledetta, uno schianto terribile. Ti amo, sensibilità, per tutte le foglie che lasci cadere, creando in me, mia diletta, una musica incantevole.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E nei suoi occhi racchiuso l’infinito

Lui sapeva leggerle  dentro ,    senza

fare alcuno sforzo , Lui sapeva che se

 la guardava in profondità avrebbe

carpito i suoi piu’ profondi e segreti

pensieri , ove c’era soltanto l’Anima

sua ,  Nuda    …per questo non aveva

avuto mai il coraggio di dirle quanto

era Innamorato dei suoi splendidi

Occhi :colore del cielo e del mare.

Rosy

 

 

 

 In quegli occhi riuscì a scorgere quel non detto, quel sotto che nessuno mai avrebbe scoperto, perché certe anime, anche se fanno di tutto per restarsene segrete, prima o poi, in un modo o nell’altro, si riconoscono, si incontrano e si violano. Questo è l’inevitabile, quello che da sempre lega, brucia e uccide gli amanti.

Luigi Mancini

 

 

Il Cuore puoi disegnarlo ovunque,

fingendo sui social, sulle mura delle

città, nelle parole che scrivi, sulla

polvere delle auto parcheggiate…

l’Anima, invece, se non ce l’hai, puoi

solo invidiarla .

                   Luigi Mancini

   

 

 

 

“Le relazioni possono anche finire ,

ma  un punto che unisce due anime,

penso ci sia sempre ,un luogo se lo

vogliamo chiamare così in cui chi

ha amato continuerà ad amare, per

sempre …anche da lontano “.

 

 

 

Perché amarsi è un lampo,

un momento che si ferma

sulle labbra di un bacio.

Ma esiste un limite?

Quanto si può rischiare

per amore? Non meno di

tutto, questo è certo.

         Luigi Mancini

 

 

L’ eternità rubata – Mancini Luigi - 

Questo e’ il libro che ho iniziato a leggere ,

ho scoperto da poco questo poeta scrittore,

e mi ha entusiasmato il suo modo semplice,

di raccontare storie di vita , intense e colme

di significato .

Buona Lettura

Rosy


giu 4, 2016 - Senza categoria    17 Comments

Mio

Mio non sei stato, né mai sarai,
Credo. Fu l’altro ieri:
uno sfiorarsi al bar, dirsi qualcosa,
Niente di più; e già la pena provo
Del rimpianto, confesso. Ma c’è talvolta
In noi dell’Arte, di mente tale eccesso
Che un’ombra fuggitiva di piacere
Trasformiamo in sostanza, ne facciamo
Realtà palpabile. Così fu al bar,
L’altro ieri: complice in me una
Ubriacatura misericordiosa,
In rapimento erotico ho vissuto
Per mezz’ora, assoluto…

Kavafis 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

( Mio )  : pronome , personale, possessivo.

Una briciola di analisi grammaticale per

scriverne un pensiero , dopo aver letto la

poesia “Un’ombra fuggitiva di piacere”

è la prima  che leggo di Kavafis e,mi ci

è voluta più di una lettura per riuscire 

ad entrare nel suo profondo, essa non si

lascia scoprire subito , nel suo significato,

ma è fatta di molteplici strati, li definirei

veli che è necessario togliere uno ad uno

con la stessa pazienza che si riserverebbe

ad un amante. E si scopre un sensuale

erotismo nella sua forte intensità, ed è

 necessario rileggerla  per carpirne il

suo significato migliore .

Rosy

mag 31, 2016 - Senza categoria    10 Comments

Siamo anime

Siamo semplicemente Anime , a volte difficili da

capire , a volte ci si sente impotenti difronte ad

altri che incontriamo intorno al nostro vagare…

troppo sensibili e troppo gentili  , sentendoCi

anche da lontano vicini ,sempre ad un passo

dal Cuore . Per timore di disturbare , ci si 

chiude in noi stessi , e non si riesce mai a 

capire fino in fondo le persone , ed e’ vero

che sembra di parlare una lingua

incomprensibile ,ma siamo in due

e    questo    e’ l’importante che 

qualcuno c’e’ di uguale a te ,per

ancora esistere e Resistere .

Rosy 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“A volte si sembra antipatici
Perché non c’è niente da ridere
A volte si rimane immobili
Perché non si sa dove correre
A volte si sembra insensibili
Per paura di farsi coinvolgere
Per non farsi male scottandosi
Illudersi o illudere…”

        ( Dal testo della canzone Due Anime )

 

mag 27, 2016 - Senza categoria    6 Comments

Personale descrizione d’immagine

 

 

 Little girl by the signpost at Bodö Airport, Norway

Piccola ragazza riferendomi al testo sopra citato in inglese,

“little girl” , che hai iniziato il viaggio della tua vita sin da

piccola ,quanti fotogrammi hai filtrato e fatto scorrere con

i tuoi occhi,e quanti sono scivolati via senza memoria ,

mentre hai conservato nel tuo Cuore quelli che hai sempre

Amato.

Da sempre i viaggi per arrivare in ogni parte

del mondo , hanno suscitato in noi una

incredibile voglia di avventura , partire ,

girare il mondo , una volta lo si faceva di

più con autostop , pochi soldi in tasca ,

noncuranti dei pericoli che potevano

esserci . Una piccola valigia , un piccolo

zainetto poche cose , le essenziali e ci

si incamminava alla scoperta di altre

nazioni , altre culture , altre persone , e

 spesse volte era un “migrare” continuo alla

ricerca di qualcosa  che i nostri Paesi ,

non ci potevano offrire , soprattutto un

lavoro anche allora c’era crisi , c’era

povertà , ma c’era in noi più dignità

di adesso e spesse volte il pane diventava

raffermo    e ci durava una settimana, e si

mangiava bollito nell’acqua,e che festa era

quando c’era .Santo lavoro che poteva darCi

un’indipendenza economica , ed una vita

più dignitosa .

Ma ciò nonostante eravamo Felici ,

Sereni , eravamo già da piccoli

abituati al peggio pensando

che il meglio doveva ancora

arrivare .E non si facevano

capricci , c’era quello da

mangiare e basta .

Rosy

mag 27, 2016 - Senza categoria    4 Comments

*Le rose blu*

 

 

 

 

 

 

 

Ti darò pensieri e parole , brevi discorsi

come un soffio di vento , leggeri come

una piuma , lieve , senza chiedere

niente di più di uno sguardo , in

 rose    blù che raccontano    una

dolce poesia ,   come  quella che

da sempre è dentro i suoi occhi

Ti darò il meglio di me ,

ti darò il mio tempo ,

ti darò un sospiro , ti

darò le mie preghiere.

Accarezzerò i fili

d’argento che un

giorno avrai tra i

capelli , cullerò i tuoi

dolori con amorevoli

momenti , saranno

sollievo in ogni attimo

della tua vita .

Rosy

“Gli uomini temono il pensiero
più di qualsiasi cosa al mondo,
più della rovina, più della morte stessa.

Il pensiero è rivoluzionario e terribile.

Il pensiero non guarda ai privilegi,
alle istituzioni stabilite e alle abitudini
confortevoli.

Il pensiero è senza legge,
indipendente dall’autorità,
noncurante dell’approvata
saggezza dell’età.

Il pensiero può guardare
nel fondo dell’abisso e
non avere timore.

Ma se il pensiero diventa
proprietà di molti
e non privilegio di pochi,
dobbiamo finirla con la paura.”

 

- Bertrand Russell -

mag 27, 2016 - Senza categoria    6 Comments

Lettera ad una Figlia

 

 

 

 

 

 

 

Si , sii gentile e’ questo il segreto cara figlia

dei miei pensieri , dei miei desideri che la

sottoscritta giunta ad  un ‘età in cui  si

diventa piu’ riflessivi , piu’ cosciente  di

quando avevo 21  anni che nacque il mio

unico figlio maschio ,se (condizionale) non

mi fossi arresa nel dire basta ,dopo la sua

 nascita,    chissà   forse il secondo  sarebbe

stata femmina  . Ora più che mai ne sento

la mancanza ,e ne resta solo un bel sogno,e

mi piace poter fantasticare ,come se parlassi

con Lei , nel mio Cuore , nella mia mente ,

nell’Anima ,a ricordarTi  ci sei ancora sempre

 e    per sempre dolce Elizabeth , ed anche se ti

ho vissuta  il tempo di un viaggio a Nairobi,

ed anche se ero soltanto una delle tante

Mamme che adottano i bimbi in Africa.

Farai per sempre parte del viaggio piu’ bello

della mia  vita che  ho   vissuto con Amore .

Lei come tante fanciulle in kenya …

non hanno  avuto piu’ il tempo

per continuare a vivere e divenire

quelle splendide    madri     che

sarebbero diventate .

 

Rosy

02 Aprile 2015

            

 

“…Incontrerai alcuni sconosciuti,
Benvenuta allo zoo.
Amare delusioni,
A parte una o due.
Alcuni di loro sono arrabbiati,
Altri sono nella media,
La maggior parte sono incasinati,
Pochi sono puliti….”

…..Piccola, sii un gigante,lascia
che sia il mondo a essere piccolo.
Alcuni di loro sono pericolosi,
Alcuni non lo danno a vedere,
Se ci provano e ti fanno male,
Devi soltanto dirlo ….

( alcune strofe dalla canzone di Robbie Williams)

Artodyssey: Michael Fitzpatrick

 


mag 22, 2016 - Senza categoria    8 Comments

A presto

 

 

https://youtu.be/cb2Y8fMbRe8

 

 

 

 

 

 

Il treno scivola senza mormorio, ogni carrozza è un salotto in cui si parla sottovoce.


(Paul Verlaine)

mag 20, 2016 - Senza categoria    11 Comments

Vento e mare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il vento gioca  con i veli una danza

che accarezza lieve la pelle Sua.

Un quadro bianco e nero, che sa

affascinare sempre , e l’onda che

nel suo andirivieni , porta con se

il profumo della brezza marina ,

che sa di salsedine,silenzi e libertà.

La spiaggia ed il mare testimoni

di    questa Sua  infinita poesia ,

ne accolgono i momenti magici

di un sogno  mai  svanito .

Rosy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagine:12345678»